CURZOLA PICCOLA GUIDA - roberto travel

Roberto Travel

vacanze da sogno

Vai ai contenuti
Curzola
Piccola guida
 
 KORCULA
L'Isola di Korcula è ricca di vigneti e uliveti e la sua costa meridionale è punteggiata di insenature tranquille e piccole spiagge. Il paese di Korcula è un tipico esempio di centro dalmata di origine medievale e presenta torri difensive rotonde e graziose case dai tetti rossi. La Piazza della Cattedrale di Korcula presenta un forte influsso veneziano e vanta addirittura una propria Cattedrale di San Marco, con due dipinti del Tintoretto. Accanto alla cattedrale si trova il trecentesco Palazzo   dell'Abbazia dove è conservato il tesoro della città, mentre di fronte potete vedere il quattrocentesco Palazzo Gabriellis che ora ospita il   Museo Civico, al cui interno sono esposte ceramiche greche e romane e mobili di vario genere. A detta dell'ufficio turistico locale Marco Polo nacque a Korcula ed è possibile dare un'occhiata alla casa in cui si suppone che il grande viaggiatore sia vissuto.
 Dal paese di Korcula potete andare a visitare Lumbarda, un pittorescoinsediamento all'estremità sudorientale dell'isola, dove trovate una bella spiaggia. Questo villaggio è circondato da vigneti che producono un vino bianco secco. Da Korcula partono imbarcazioni che fanno la spola con l'Isola di Badija, dove trovate una spiaggia naturista. Se volete pernottare a Badija potete alloggiare in un monastero del XV secolo che è stato trasformato in albergo.
Affascinante ed unica la baia di Pupnatskaluca (vedi foto nel sito) Korcula si trova a circa 20 km dalla costa adriatica della Croazia meridionale, a metà strada fra Dubrovnik e Spalato, ed è accessibile con il traghetto da entrambe queste località. Oltre che da Ancona Pescara e Fiume
Cucina Mediterranea Croata Sulle coste di Istria e Dalmazia la cucina è molto casereccia ed è principalmente a base di pesce: ostriche del Canale di Leme, insalata di polpi e patate preparate con gli odori ricchissimi dell'isola, spigole, sogliole, marinata di sardine, risotto al nero con i calamari, granchi, calamari, il brodetto, la zuppa di pesce, l'orata arrosto con le bietole, gli scampi alla buzzara, l'aragosta(ottima soprattutto quella sull'isola Palmesana e di Korcula), le ostriche dalmate, i calamari con riso e prosciutto. Il merluzzo essiccato con patate è tipico del Venerdì Santo e della Vigilia di Natale, tra le carni citiamo lo stufato d'agnello e la pasticada (carne stufata con lardo e arrostita nel vino e nelle spezie). Nell'entroterra dalmata, molto nota è la kastradina, zuppa di verdure con carne di montone essiccata, e gli arambasiaei o japraci, carne avvolta in foglie di vite, alla moda turca. Ottima è la carne, in filetto e allo spiedo, tra cui soprattutto il capretto cucinato "in campana" che merita di essere assaggiato, c'è una grande varietà di verdure fresche servite di contorno ai piatti principali, eccellente è il prosciutto crudo affumicato dalmata (dalmatinski prsut), rane e anguille in brodetto sono tipiche della zona del fiume Neretva. Anche sulle isole troviamo piatti tipici: a Vis si gusta la pogaèa, sorta di pizza non lievitata, mentre a Korcula e Hvar sono famosi il polipo arrosto e i biscotti al miele, a Krk e  Pag si possono gustare i formaggi di pecora la cui preparazione è tuttora segreta, mentre in ogni taverna si può  gustare il prosciutto dalmata, accompagnato da formaggio e olive. Le bevande Tra i superalcoolici, segnaliamo la grappa di prugne (slivoviz), di erbe o di noci, in Dalmazia sono ottime le grappe (rakija) ed alcuni liquori come il "prozec". Tra i vini rossi il migliore è senza dubbio il Dingac (15-16% d'alcool), vino corposo della penisola di Peljesac. Degno di nota è pure il Korculanski Grk (14-15% d'alcool), come pure il Visko, il Hvarsko, il Kastelansko, il vino istriano ed il Merlot. Da segnalare i vini rosati sono particolarmentegraditi nelle serate estive, serviti a temperature da "bianco" donano gradevolezza gustativa e aiutano in abbinamenti, ad esempio con la cucina marinara, non sempre comuni . Nelle regioni settentrionali si produce un vino più leggero, ma più aspro. I vini bianchi croati più noti, gradevoli e leggeri, sono la Malvazija, la Grasevina, il Rizling, il Traminac,  il Pinot, il Sovignon, la Pljesivica.  


 
Come arrivare a Curzola Korcula

Qui di seguito le principali indicazioni per raggiungere l'isola di Korcula

IN AEREO
le compagnie che collegano l'Italia a Spalato


Venezia, Miaano malpensa, napoli

Venezia Palermo Bergamo


Roma

Roma

Venezia ---Dubrovnik
Roma --- Spalato
Via terra
 
IL percorso parte, obbligatoriamente, da Trieste confine e si snoda in due direzioni,per raggiungere Spalato ed in un secondo momento Korcula. Percorsi da scegliere in funzione delle proprie necessità

Il primo e, piu' veloce prevede, dopo il passaggio di confine Italia - Slovenia di raggiungere Fiume (Rijeka) percorrendo la E61, quindi la A7 e la A6 fino all'incrocio con la A1, che proviene da Zagabria. arrivati a Spalato le soluzioni sono due.
La prima proseguire sulla E65 (costiera dalmata) fino all'abitato di
Ploce, dove ci si imbarcherà in un primo traghetto per la penisola di Peliesac nel paese di Trpanj, quindi si raggiunge il paese di Orebic dove un secondo e breve traghetto sbarcherà definitivamente a Korcula

Il secondo prevede l'uscita dalla A1 a Spalato e l'imbarco nel traghetto che da Spalato va Korcula (via Brak Hvar) e arrivo all'isola di Korcula sul porto occidentale Vela Luka.

Il secondo, segue la vecchia strada della costiera dalmata fino a Spalato per poi seguire le due soluzioni pocanzi descritte, anche questo percorso inizia dal confine di Trieste, segue il precedente percorso fino a Fiume (Rijeka) per poi immettersi nella E65 e raggiungere Spalato.
Questo percorso (che io consiglio vivamente anche se più lento del precedente) attraversa per tutta la sua lunghezza la spettacolare e
paesaggisticamente unica costiera dalmata tra spiaggette, dirupi,fiordi calette e panorami marini davvero unici. Senza contare che si possono, durante il viaggio, visitare importanti città dalla storia millenaria come Zara (Zadar) Sebenico (Sibenik), Trogir e altre.

tutti gli orari per i traghetti menzionati li trovate sul sito della Jadrolinija


 
via mare
 
consiglio di raggiungere l'isola con un mezzo di trasporto privato, viste le discrete dimensioni della stessa, e la varietà di spiagge disponibili e raggiungibili via terra.
vi elenco le società di navigazione che collegano l'Italia a Korkula, tutte in partenza con traghetti o altri mezzi dal Porto di Ancona , Bari e Fiume (Rijeka)

jadrolinija
compagnia marittima ufficiale Croata
sito in lingua italiana    
Bari - Korcula (via Dubrovnik) ( collegamento passeggeri-auto)
Fiume(Rijeka) - Korcula (via Zara, Spalato) (collegamento passeggeri - auto)
Spalato - Korcula (collegamento passeggeri - auto)

Snav-Croazia jet
Collegamento con aliscafo veloce
Ancona - Spalato (collegamento passeggeri - auto)




 
Mappa percosro via aterra
Torna ai contenuti